Brufoli da mascherina: come prevenirli

| |

La mascherina è ormai la nostra fedele compagna di tutti i giorni ed è fondamentale per proteggere noi e gli altri, ma c’è una controindicazione che colpisce il 90% delle persone: i brufoli da mascherina.

brufoli da mascherina

Ormai è stata coniata anche una nuova parola per definire le irritazioni da mascherina,  è “maskne” che sta per “mask induced acne” e purtroppo è una malattia che può colpire tutti.

A differenza dell’acne o acne giovanile, il maskne non è dovuto a una predisposizione della pelle e colpisce quindi chiunque, in maniera indiscriminata. La causa di queste irritazioni, che si presentano proprio nell’area della bocca, mento e naso, non è solamente legata al tipo di materiale da cui la mascherina è composta, anche se questo sicuramente contribuisce.

Le cause dei brufoli da mascherina sono legate a vari fattori:

  1. il tessuto: le mascherine chirurgiche e le varie ffp 2 e ffp3 sono di tessuti sintetici che tendono a irritare la pelle
  2. l’umidità: la mascherina crea un microclima umido nell’area che copre e questo porta alla proliferazione di batteri
  3. lo sfregamento: la mascherina tende a muoversi ed a creare irritazioni da sfregamento che possono portare anche alla dermatite
  4. lo stress: quando siamo molto stressate, la pelle è la prima a risentirne
  5. tracce di trucco sulla mascherina: se la mascherina non viene cambiata e/o lavata spesso lo sporco che si annida nella mascherina contribuisce alla formazione dei brufoli

Su alcune di queste cause possiamo lavorare e fare in modo di prevenire i brufoli da mascherina. Scopriamo insieme come prevenire e curare i brufoli da mascherina.

Scegliere la mascherina giusta

Sappiamo tutte che quelle più sicure, soprattutto quando ti trovi in luoghi affollati, come ad esempio i mezzi pubblici, sono le ffp2 e ffp3, quindi portane sempre una con te da usare nelle situazioni estreme.

Per tutte le altre uscite invece, possiamo ricorrere a tessuti più naturali come il cotone, che pur non essendo presidi medici ti aiutano a proteggere gli altri da eventuali contagi.

Il tessuto è il primo passo per prevenire i brufoli da mascherina, quindi quando scegli la mascherina da portare più spesso, evita i sintetici come il nylon e il poliestere sul lato che poggia sulla pelle. Questi tessuti causeranno sicuramente irritazioni e sfoghi cutanei.

Qualunque sia la tua scelta, è importante creare un equilibrio tra traspirabilità ed efficacia, per ottenere il massimo del confort senza però rinunciare alla sicurezza tua e degli altri.

Tratta bene la tua mascherina

Il secondo passo è prendersi cura della propria mascherina: non voglio risultare esagerata, ma dovremmo trattare la nostra mascherina come se fosse biancheria intima.

Se la mascherina è riutilizzabile, lavala regolarmente, assicurandoti di utilizzare un detersivo ecobio e senza profumo.  Se poi la mascherina è di tessuto o cotone, puoi disinfettarla quotidianamente utilizzando dell’alcol isopropilico al 70% che trovi in farmacia.

Quest’alcol ha proprietà disinfettante e detergente, per cui raddoppierai le precauzioni e avrai sempre una mascherina pulita e priva di impurità che, a contatto con la pelle ti procurerebbero in famigerati brufoli da mascherina.

Combatti i brufoli da mascherina detergendo la pelle

Prima di mettere la mascherina e ogni volta che la togli lava il viso con un detergente delicato, in questo modo, da un lato preparerai la pelle allo stress e dall’altro ristabilirai il suo ph.

La detersione continua e profonda è importante per combattere il microclima umido generato dalla mascherina che risulta essere l’habitat preferito dei batteri. Il rischio però è di scegliere un detergente aggressivo che non farà altro che peggiorare la situazione, quindi la scelta migliore è un detergente delicato e soprattutto naturale (come questo)  che si limiti a riequilibrare la pelle senza aggredirla.

Scegli accuratamente i prodotti di skincare

Quando la pelle è particolarmente stressata, devi amarla di più; ecco perché dovresti aggiungere alla tua beauty routine prodotti naturali e delicati.

Se tra i tuoi prodotti di skincare non hai nessun siero, è arrivato il momento di sceglierne uno perfetto per la tua pelle.

Il siero si usa tra la detersione e la crema ed ha una doppia azione: idratante ed enfatizzante. Da un lato idrata in profondità la pelle, che ha sempre bisogno di essere nutrita; dall’altro esalta ed amplifica gli effetti dei prodotti successivi.

In ultimo non dimenticare la crema. Siamo portati a credere che le creme viso ingrassino la pelle, permettimi di sfatare una volta per tutte questo mito. Le creme non ingrassano, le crema al massimo nutrono e per una beauty routine completa sono fondamentali. Si, anche se stai soffrendo di brufoli da mascherina e maskne.

Dove si ferma la prevenzione inizia la cura

Anche seguendo tutti questi consigli, non è detto che qualche brufoletto non compaia lo stesso, e allora cosa fare?

L’unica soluzione a questo punto è usare un prodotto a base di acido salicilico come Brufostop, il nostro trattamento anti brufoli che oltre a sfiammare e ridurre i brufoli, lavora anche per schiarire le macchie dei brufoletti che hai torturato.

L’acido salicilico presente in Brufostop limita la formazione di batteri e quindi ha un effetto preventivo – oltre che curativo – che in questo momento è di grande aiuto contro il maskne.

Per prevenire e curare i brufoli da mascherina i consigli da seguire sono tanti, quello che possiamo fare noi per aiutarti è consigliarti i prodotti di skincare più adatti alla tua pelle in questo momento così stressante in modo che tu non debba impazzire a coprire i brufoli con il trucco.

Sullo store abbiamo creato per te una collezione ad hoc che contiene i nostri set anti brufoli che ti aiuteranno a combattere questo fastidioso inestetismo una volta per tutte.

Collezione Anti Brufoli e Imperfezioni

Precedente

Natale da soli: ecco i 9 consigli per affrontarlo

Regali di Natale Last Minute: 5 modi per uscirne vivi

Successivo

Lascia un commento